bozzello.png

Il Senatore Bozzello punta su Pasquale Mazza

Arriva dal grande “padre” della politica di Castellamonte l’indicazione sul candidato a sindaco per il centrosinistra. Con molta probabilità sarà Pasquale Mazza, attuale consigliere seduto tra i banchi dell’opposizione ed ex segretario cittadino del Partito Democratico. Il Senatore Eugenio Bozzello Verole non lo dichiara apertamente, ma lo lascia intuire. Parlamentare di lungo corso nella fila del Partito Socialista dal ’79 all’83 e assessore in Provincia a Torino per un decennio dal 1970 al 1980, Eugenio Bozzello Verole è stato anche sindaco per tre mandati nella Città della Ceramica: dal 1980 all’85; dal 1990 e al 1992 e dal 2005 al 2009. Il Senatore Bozzello ci ha aperto le porte del suo ufficio, a Torino. Entrando si osserva la Storia dell’Italia.

Appesi alle pareti le foto che lo ritraggono in compagnia di Francesco Cossiga e di Bettino Craxi. E’ da qui che osserva l’evolversi della vita amministrativa della città che 88 anni fa gli ha dato i Natali. “Sto lavorando per creare un rapporto umano tra gli amministratori con una lista altermativa al sistema di governo attuale anche se ritengo fondamentale il dialogo tra le parti – racconta -. Io non parteciperò attivamente alla tornata elettorale, ma tutti i miei sforzi saranno ovviamente finalizzati affinchè vinca il centrosinistra. Ma che paese è diventato Castellamonte? In questi anni, per esempio, si sono affissi volantini che anticipavano la morte del consigliere Mazza. Una testimonianza che lascia intuire come e quanto la politica sia scesa di livello”. Pasquale Mazza è il candidato sindaco ideale, dunque? “Ritengo sia una persona per bene e che in tutti questi anni ha dedicato molto tempo alla cosa pubblica. Io però non parlei di sindaco o politico ideale. Oggi non vedo una figura trainante. Diventa difficile fare paragoni con il passato.

All’epoca puntai su personaggi del calibro di Mattioda, Pellegrinetti, Trabucco e Bianchetti. Erano persone disponibili. Mica come gli amministratori di oggi a cui interessano solo le poltrone”. Quali sono le priorità per la Città di Castellamonte? “Una viabilità più attuale. A mio avviso quella di oggi non è funzionale. E poi Castellamonte deve avere più ordine urbanistico. Non a caso nei mie mandati da sindaco puntai su piazzale Nenni e piazza Moro con parcheggi che ancora oggi sono un respiro per il centro storico. E poi fu opera mia anche il marciapiede che parte dalla caserma dei carabinieri e arriva fino alla Chiesa di San Rocco”. Quali invece gli sbagli dell’amministrazione Mascheroni? “Uno su tutti è quello di aver venduto la palestra di piazza della Repubblica.

Ho sempre ritenuto fosse un edificio cruciale per lo sviluppo della Città. La mia idea è sempre stata quella di recuperare quell’edificio per poi trasferirvi la biblioteca comunale oggi al piano terra dell’ex ospedale. E una volta traslocati i locali, attraverso un accordo con privati, recuperare il vecchio ospedale per ospitare gli uffici comunali”. Cosa pensa della discarica di Vespia? “Sono l’unico che disse no a quella discarica. Non si sarebbe dovuta realizzare lì. Quella era una collina caratterizzata da vigneti. Un vanto per la Città. Oggi al posto delle viti ci sono i rifiuti. Fui anche l’unico ad occuparmi delle compensazioni. E’ grazie a me, durante il mio ultimo mandato da sindaco, se i residenti di Campo e Muriaglio hanno ottenuto 200 mila euro in compensazioni”.

Fonte: https://12alle12.it/castellamonte-senatore-bozzello-punta-pasquale-mazza-244894